20° Memorial 2017 - regolamento




20° MEMORIAL VITTORIO POZZO
A CARATTERE NAZIONALE
CATEGORIA ESORDIENTI 2°ANNO (2004)



REGOLAMENTO




art. 1 ORGANIZZAZIONE
La Societa’ A.S.D. PONDERANO indice ed organizza un Torneo a carattere Nazionale denominato 20° MEMORIAL “ VITTORIO POZZO “ in collaborazione con il Comune di Ponderano che si disputerà il giorno 1° Maggio 2017 come meglio specificato nell’ allegato calendario delle gare in programma.
La manifestazione si terra’ presso il Centro Sportivo Vittorio Pozzo - Campo “ Meroni “ di Ponderano (BI) in Strada Vicinale al Cimitero 8.

art.2 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETA'
Il torneo e' riservato al calciatori appartenenti alla categoria Esordienti 2° anno regolarmente tesserati F.I.G.C. con la propria Societa' per la stagione in corso e nati dal 01/01/2004 al 31/12/2004. E’ possibile utilizzare un numero massimo di 3 (tre) giocatori nati nel 2005.

art.3 PRESTITI
Sono consentiti 3 prestiti secondo quanto previsto dal C.U. 1 F.I.G.C. - S.G.S. punto 2.6 RADUNI E PROVINI PER GIOVANI CALCIATORI pag 22.

art.4 ELENCHI GIOCATORI
Le societa' partecipanti dovranno presentare all' organizzazione del torneo, prima del suo inizio, l'elenco dei calciatori che intendono utilizzare, fino ad un massimo di 22 ; dopo l'avvenuta consegna e' proibito apportare modifiche a tali elenchi ; nella distinta da presentare all'arbitro prima della gara saranno indicati fino ad un massimo di 18 giocatori.

art.5 SOSTITUZIONI
Le sostituzioni saranno effettuate nel pieno rispetto delle norme di cui al C.U. n° 1 del S.G.S. - Roma: Tutti i giocatori in distinta devono giocare un tempo; pertanto al termine del primo tempo devono essere obbligatoriamente effettuate tutte le sostituzioni ed i nuovi entrati non potranno piu' essere sostituiti fino al termine se non per gravi motivi di salute.

art.6 SOCIETA’ PARTECIPANTI
Al torneo prenderanno parte le sottoindicate societa’:
ATALANTA - NOVARA - PONDERANO - PRO VERCELLI - TORINO - VIRTUS ENTELLA

art.7 FORMULA DEL TORNEO
Il Torneo si svolgerà con la seguente formula: due gironi di tre squadre all’ italiana, con scontri di sola andata. Si qualificano per la finale 1° e 2° posto le prime di ogni girone , per la finale 3° e 4° posto le seconde di ogni girone e per la finale 5° e 6° posto le terze di ogni girone.

art.8 CLASSIFICHE
le classifiche saranno redatte in base ai seguenti criteri:
• 3 punti per la vittoria.
• 1 punto per il pareggio.
• 0 punti per la sconfitta.
in caso di parità di punteggio valgono i criteri in ordine elencati:
• esito degli incontri diretti.
• differenza reti negli incontri diretti fra le squadre a parità di punti.
• differenza reti sul totale degli incontri disputati nel girone.
• maggior numero di reti segnate sul totale degli incontri disputati nel girone.
• sorteggio.

art. 9 TEMPI DI GARA
Le gare si svolgeranno in due tempi da 15 minuti ciascuno.
La gara si articola in una partita 11 contro 11 su campo di dimensioni regolamentari , con porte regolamentari e utilizzo di palloni n° 4.

art.10 CALCI DI RIGORE
(previsti nelle finali, semifinali o partite ad eliminazione diretta)
In caso di parità al termine dei tempi regolamentari si procederà all’esecuzione dei calci di rigore con le modalità stabilite dalla regola 14 delle regole di gioco e delle decisioni ufficiali.
art.11 TEMPI SUPPLEMENTARI
E’ prevista solo per la finale 1° e 2 posto in caso di parità al termine dei tempi regolamentari la disputa di due tempi supplementari di 5 minuti ciascuno. Persistendo parità al termine dei due tempi supplementari , per stabilire la vincente si procederà all’ esecuzione dei calci di rigore come all’ Art. 10.
art.12 ARBITRI
Le gare della fase di qualificazione al mattino saranno dirette da tecnici o dirigenti regolarmente tesserati dalla FIGC e messi a disposizione dalla società organizzatrice. In ogni caso i rapporti gara con allegate le distinte giocatori saranno trasmesse al comitato di competenza nei termini previsti per la necessaria visione del giudice sportivo.
Le tre gare della fase finale al pomeriggio saranno arbitrate da arbitri F.I.G.C. - A.I.A.

art.13 DISCIPLINA DEL TORNEO
La disciplina del torneo viene affidata al giudice sportivo titolare o supplente del Comitato di competenza.

art.14 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI
L'art .45 comma 2 del Codice di Giustizia Sportiva non prevede l'automatismo delle sanzioni per i calciatori espulsi della categoria ESORDIENTI che pertanto dovranno soggiacere ai provvedimenti del giudice sportivo.

art.15 RECLAMI
Eventuali reclami dovranno essere presentati entro 30 minuti dalla fine della gara e accompagnati dalla tassa di euro 51,00 ; copia del reclamo dovrà essere consegnata alla controparte sempre nei termini dei 30 minuti.

art.16 ASSICURAZIONE
E’ responsabilità di ogni Società partecipante assicurare ai propri giocatori la copertura assicurativa.
L’ organizzazione del torneo è responsabile della regolarità della copertura assicurativa.

art.17 NORME GENERALI
Per quanto non previsto dal presente Regolamento, valgono le disposizioni dei regolamenti federali in quanto compatibili, e quelle riportate sul Comunicato Ufficiale n° 1 del Settore Giovanile e Scolastico relativo alla stagione sportiva in corso.



RECAPITI RESPONSABILE ORGANIZZAZIONE

PER COMUNICAZIONI CONTATTARE:

RESPONSABILE SCUOLA CALCIO SIG. PERITORE STEFANO AL 392 7256808
OPPURE PRESSO LA SEDE TEL 015 542603 - FAX 015 0992698



A.S.D. PONDERANO
Il Presidente
Ermanno Rosso